Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok

Microelementi

Il ruolo degli oligoelementi o microelementi nell'alimentazione delle piante coltivate è in aumento per l'aumentata produttività delle colture di pieno campo. Oggi, infatti, la conduzione di una coltura non può più essere fatta senza tener conto dell'influenza dei microelementi. La loro caratteristica è di essere indispensabili alle piante, ma soltanto in piccola quantità.

Sebbene i microelementi siano presenti in quantità ridotta nei vegetali, essi giocano dei ruoli fondamentali nella vita delle piante; ciò viene anche dimostrato dalle sintomatologie connesse con fenomeni di carenza.

La loro disponibilità dipende in misura notevole dalle condizioni del terreno:

  • le carenze di ferro compaiono nei suoli calcarei
  • il manganese è maggiormente disponibile nei suoli compatti
  • lo zinco è molto meno assimilato durante il periodo freddo e umido.

Esistono numerose piante molto sensibili ad alcune carenze: il colza e il girasole al boro, i cereali al rame e manganese, il mais allo zinco. Gli apporti dei microelementi alle colture non devono essere sistematici, ma ben ragionati. Ciò esige un riconoscimento delle situazioni a rischio, che ha come premessa la conoscenza delle condizioni in cui si manifestano le carenze.

FERRO

Il ferro svolge un ruolo molto importante in tutte le funzioni metaboliche che implicano reazioni di ossido-riduzione. Il ferro è presente nei citocromi, nelle citocromo ossidasi, nella ferridossina, nelle reduttasi, ecc.. Interviene, quindi, nella respirazione, nella sintesi della clorofilla, nella fotosintesi, nel metabolismo delle proteine, nella fissazione dell'azoto e nella riduzione dei nitrati.

MANGANESE

Il manganese è un importante regolatore dell'azione enzimatica, ma le sue funzioni non sono sempre specifiche. Inoltre, interviene nella fotosintesi, nella fase dell'idrolisi dell'acqua ed ha un ruolo importante durante lo stadio finale della riduzione dei nitrati.

ZINCO

Lo zinco è il più delle volte un cofattore degli enzimi ed interviene, quindi, con questo ruolo nella sintesi degli acidi nucleici e delle proteine e nel metabolismo delle auxine.

RAME

Il rame entra nella composizione di numerosi enzimi ed agisce, in particolare, nella fase delle ossidazioni finali. Interviene inoltre nella fotosintesi, nel metabolismo delle pareti cellulari, nella fissazione dell'azoto e nella sintesi delle proteine.

BORO

Il boro è indispensabile in molte attività funzionali alla vita delle piante; la sua carenza provoca, il più delle volte, gravi disturbi di funzionamento. Il boro interviene nella fase di crescita meristematica, nel trasporto e nell'utilizzazione dei glucidi. Inoltre partecipa alla sintesi delle proteine e al metabolismo degli acidi nucleici e dei fitormoni.

MOLIBDENO

Il molibdeno interviene soprattutto a livello degli enzimi importanti nella fase della riduzione dei nitrati e nella fi ssazione dell'azoto.

Microelementi
(Formato PDF, 246 KB)
> Microsystem Combi Elimina le cause di decolorazioni fogliari, la necrosi degli apici, il rachitismo e la scarsa allegagione
> Microsystem Combi L Elimina le cause di decolorazioni fogliari, la necrosi degli apici, il rachitismo e la scarsa allegagione
> Microsystem Fe Orto Plus Garantisce eccellenti risultati contro la clorosi ferrica anche in condizioni di ph sfavorevole
> Microsystem Boro L. Boro totalmente complessato con etanolammina
> Microsystem Mix Citrus L. Stimola un aumento del volume dei frutti apportando migliori caratteristiche di conservabilità