Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
Ok

Fertirriganti

La tecnica della fertirrigazione non consiste soltanto nel semplice abbinamento tra l'irrigazione e la fertilizzazione. Rappresenta o può rappresentare, invece, un'efficace sistema per aumentare le rese e la qualità delle produzioni e al tempo stesso razionalizzare la distribuzione dei concimi, con lo scopo di diminuirne le dosi e ridurre così i costi di produzione. Questa tecnica consente di soddisfare le esigenze nutritive delle colture man mano che queste si modificano con il progredire del ciclo colturale. Evidentemente, per raggiungere questo scopo occorre conoscere la variazione del tasso d'assorbimento minerale delle piante e poter valutare, durante la stessa coltivazione, lo stato nutritivo della coltura e l'effettiva disponibilità di nutrienti nel terreno. Il vantaggio principale della fertirrigazione, rispetto alla tradizionale concimazione di copertura, consiste nel poter frazionare gli apporti di fertilizzanti per mantenere il contenuto nutritivo del terreno intorno ai valori ottimali.

La fertirrigazione richiede la conoscenza delle caratteristiche dell'acqua d'irrigazione ed è pertanto necessaria un'analisi delle acque a disposizione. Le analisi, inoltre, devono essere ripetute nel tempo per tenere conto di possibili variazioni della composizione, che potrebbero avere degli effetti negativi sulla coltivazione.

Per aumentare al massimo l'efficienza della fertirrigazione occorre rispettare alcuni criteri nella preparazione della soluzione nutritiva e in modo particolare è necessario mantenere il pH su valori sub-acidi (5,5-6,5), soprattutto nel caso di acque con un valore della durezza superiore a 200-300 mg/L di carbonato di calcio.

Un pH ottimale è il presupposto per un normale assorbimento nutritivo delle radici. Le manifestazioni di carenza ed eccesso spesso sono originate da valori anomali del pH, soprattutto nel caso dei microelementi. La correzione del pH serve anche a prevenire i danni agli impianti irrigui provocati dalle incrostazioni.

I fertirriganti AGRISYSTEM sono formulati a reazione acida che, quindi, anche per questo assolvono la funzione di apportare elementi nutritivi in forma facilmente assimilabile evitando interazioni negative con le acque dure e la formazione di depositi e concrezioni.

VANTAGGI DALL'UTILIZZO DEI FERTIRRIGANTI AGRISYSTEM:

  • Maggiore efficienza della concimazione
  • Aumento delle rese produttive
  • Minore inquinamento per la riduzione dell'uso di azoto
  • Miglioramento qualitativo della produzione
  • Risparmio di manodopera (operazioni più veloci e automatizzabili)
  • Possibilità di eseguire interventi correttivi (cura e prevenzione di particolari fisiopatie)
  • Riduzione del consumo di fertilizzanti
Fertirriganti
(Formato PDF, 171 KB)